Benvenuto Brunello 2020 - Parte 1

Finalmente presentata l’attesissima vendemmia 2015 del Brunello di Montalcino. Il livello è ottimo, ma non passi l’idea che per il millesimo 2015 sia bastato portare l’uva dalla vigna alla cantina per fare un buon Brunello. Non ho mai condiviso la filosofia di esaltare o stroncare un’annata, quindi, come sempre, ho assaggiato grandi vini e bottiglie discutibili.


Ecco da cosa vi consiglio di cominciare!


_Fuligni Brunello di Montalcino 2015.

Da qualsiasi angolazione lo si osservi è un vino magnifico: ha frutto, fragranza, forza, gentilezza, tocco, trama e chiusura. E’ sinfonico. Una quadratura del cerchio rara, che rispecchia lo stile classico del Sangiovese di Montalcino abbinandolo ad una architettura slanciata, elegante e attuale.


_La Magia Brunello di Montalcino 2015.

Blue velvet. Mirtillo, ribes nero e more, sia al naso che in bocca. E’ profondo, preciso, intenso e scuro, c’è costanza e coerenza nel racconto organolettico. La bocca è succosa, invoglia a bere perché appaga e coinvolge. E’ un vino molto sexy, difficile non restarne sedotti.


_Baricci Brunello di Montalcino 2015.

Ecco uno dei vini “specchio” dell’annata 2015 dal versante settentrionale di Montalcino. E’ un Brunello di grande stile nel quale l’essenzialità è la vera ricchezza. Il naso è un bouquet coinvolgente di fiori primaverili, la bocca è fresca e armonica. E’ un vino garbato che nasconde un solido telaio sotto linee lievi e proporzionate. Invecchierà benissimo.


_Capanna Brunello di Montalcino 2015.

Mettetene almeno 12 bottiglie in cantina. E’ un Brunello canonico che saprà parlare a molti: incontrerà il neofita del Brunello, appagherà il consumatore occasionale e colpirà l’esperto. Un Brunello che non se la tira e che si mette a servizio di chi lo stappa.



Go BACK.png

WineZone Srl - P.iva 01593340050
Iscrizione al Registro Imprese di Asti n. 01593340050

R.E.A. AT-127805

Parlare Con Chi Fa Il Vino Mi Piace | Andrea Zarattini Wineview